RSC – Rom, Sinti e Caminanti

Anno scolastico 2022/2023

Progetto nazionale per l’inclusione e l’integrazione dei bambini rom, sinti e caminanti

Presentazione

Durata

dal 15 Settembre 2022 al 30 Giugno 2023

Descrizione del progetto

Il Progetto nazionale per l’inclusione e l’integrazione dei bambini rom, sinti e caminanti è promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali nel quadro delle azioni del PON INCLUSIONE per l’inclusione e l’integrazione dei bambini rom sinti e caminanti, che riprende e amplia il percorso avviato nel quadro della Legge 285 nel 2013. È realizzato in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca, il Ministero della salute e l’Istituto degli Innocenti.

Il progetto si articola nella scuola e nei contesti abitativi. Nella scuola, offre strumenti affinché la stessa diventi ancora più inclusiva e capace di sostenere la presenza e il successo scolastico dei minori RSC. Si mira a implementare le possibilità di partecipazione effettiva di tutti gli alunni e delle loro famiglie, nello specifico RSC.

Particolare attenzione è data al miglioramento del clima di classe, attraverso strumenti quali il cooperative learning, il learning by doing e le attività laboratoriali. I laboratori sono rivolti alle intere classi e sono finalizzati anche a riconoscere e valorizzare le competenze che solitamente non trovano spazio in ambito scolastico. Ciascuno degli allievi è considerato soggetto competente ed è chiamato a mettere a disposizione degli insegnanti, del gruppo-classe e dell’istituto, le proprie capacità e abilità linguistiche, artistiche, manuali e relazionali.

Le attività sono volte a promuovere la parità di trattamento e l’inclusione economica e sociale delle comunità RSC nella società, promuovere la disseminazione di buone prassi di lavoro e di saperi, valorizzando le esperienze locali, coerenti con gli obiettivi del percorso, già attivate sui territori aderenti e le progettualità realizzate nei paesi europei, assicurare un miglioramento duraturo e sostenibile delle loro condizioni di vita per renderne effettiva e permanente la responsabilizzazione, la partecipazione al proprio sviluppo sociale, l’esercizio e il pieno godimento dei propri diritti.

Obiettivi

  • Diminuire in modo significativo il numero delle disfrequenze e degli abbandoni degli alunni nella scuola primaria e nella scuola secondaria di primo grado raggiungendo il livello nazionale.
  • Rientrare all’interno dei valori di riferimento nazionali in tutte le classi quinte della primaria e nelle classi della secondaria : aumentare il numero di studenti della scuola secondaria nelle fasce quattro e cinque in modo che la percentuale media dell’istituto in Italiano e Matematica raggiunga la media nazionale
  • Ogni classe della scuola primaria e secondaria sperimenta un percorso pluridisciplinare che coinvolga anche il digitale finalizzato allo sviluppo della competenza; inoltre ogni classe sperimenta l’utilizzo di almeno uno strumento di autovalutazione, elaborato collegialmente per classi parallele.

Progetti correlati